Domanda:
Qual è la natura chimica dell'agente di risciacquo per lavastoviglie?
F'x
2012-05-05 18:56:09 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sembra che un brillantante aiuti i piatti nella lavastoviglie ad asciugarsi molto meglio di quanto non facciano senza (cosa che ho notato di recente sulla mia nuova lavastoviglie). Quali molecole vengono utilizzate nella composizione di questi agenti di risciacquo? Come aiutano i piatti ad asciugarsi?

Una risposta:
#1
+10
jonsca
2012-05-05 19:09:53 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Secondo la MSDS per Jet Dry (un marchio comune) contiene:

  • Sodio 2-fenilpropan-2-solfonato (Sodio cumene solfonato)
  • Propan-1,2-diol
  • Acido citrico

Penso che sia lecito ritenere che l'acido citrico sia presente per un odore "pulito" e anche per ammorbidire l'acqua (grazie al commentatore). Il solfonato è presumibilmente un tensioattivo per aiutare a rompere la tensione superficiale dell'acqua e promuovere l'evaporazione, e il glicole propilenico può servire come refrigerante (ed è favorito a causa della bassa tossicità).

Bene, il primo componente è un tensioattivo. Poiché presumibilmente questo verrà utilizzato senza preoccuparsi del fatto che l'acqua dei piatti sia dura o morbida, non si desidera utilizzare qui l'estere di un acido grasso. Il solfonato, che è la base coniugata di un acido relativamente forte, tenderà ad essere più solubile e non formerà schiuma con ioni di acqua dura.
L'acido citrico è lì per addolcire l'acqua convertendo i sali di calcio, ferro, magnesio (e altri) nei citrati più solubili, il che riduce anche la probabilità di schiuma.
L'acido citrico non ha davvero un odore. Inoltre non vedo come il glicole propilenico potrebbe servire come refrigerante.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...