Domanda:
Qual è la differenza tra O e O2
roxaite
2017-01-10 01:34:26 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Qual è la differenza tra $ \ ce {O} $ e $ \ ce {O2} $.

Se C è carbonio e allora perché $ \ ce {O2} $ è ossigeno.

O è un atomo di ossigeno. L'O2 è una molecola di ossigeno.
Infatti. In quanto elementi della tavola periodica, $ \ ce {H} $ e $ \ ce {O} $ sono rispettivamente idrogeno e ossigeno. Quando si tratta di specie chimiche in una reazione, queste dovrebbero essere chiamate monoidrogeno e monoossigeno (a volte la doppia "o" viene eliminata in inglese). I nomi sistematici per $ \ ce {H2} $ e $ \ ce {O2} $ sono diidrogeno e diossigeno. Gli ultimi due sono ancora chiamati in modo accettabile idrogeno e ossigeno (tramite il Libro rosso del 2005) e comunemente usati per comodità.
Cinque risposte:
#1
+13
airhuff
2017-01-10 01:51:15 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La confusione comune qui è che due cose molto diverse hanno lo stesso nome. $ \ ce O $ è un atomo di ossigeno libero e $ \ ce {O2} $ è due atomi di ossigeno legati chimicamente per formare una molecola di ossigeno.

Non esiste un'analogia comune per $ \ ce C $, ma $ \ ce {N2} $ è chiamato azoto, $ \ ce {H2} $ è idrogeno e $ \ ce {Cl2} $ è cloro, ciascuno con lo stesso nome di quello dei loro elementi costitutivi.

Quindi, per ribadire, la differenza tra l'ossigeno $ \ left (\ ce O \ right) $ e l'ossigeno $ \ left (\ ce {O2} \ right) $ è che il primo è un atomo di ossigeno mentre il secondo consiste di due $ \ ce O $ atomi legati insieme, formando una molecola chiamata anche ossigeno.

L'elemento ha solo lo stesso nome della modifica chimica più stabile. Niente di "sfortunato", "storico" o anche "incoerente" in questo.
@Karl, Non sono d'accordo. Il termine "stabile" si riferisce allo stato in un insieme arbitrario di condizioni, fondamentalmente STP, ecc. Sulla superficie del nostro pianeta, e quindi un sistema di denominazione arbitrario. Questo sistema di denominazione risale alla scoperta originale dell'elemento / molecola e, ad esempio, dubito che ossigeno gassoso, azoto gassoso, ecc. Avrebbero gli stessi nomi dei loro elementi costitutivi oggi. C'è anche l'ambiguità della gallina e dell'uovo qui. Gli elementi prendono il nome dalle molecole o viceversa. Per essere coerenti, la risposta deve essere la stessa in tutti i casi, dall'idrogeno all'ossigeno al bromo e così via.
Tutti i gas elementari diatomari sono termodinamicamente stabili da zero assoluto a> 1000K e dal vuoto a pressioni veramente elevate. Niente di "arbitrario" in questo. Ad eccezione del carbonio, TUTTI gli elementi hanno lo stesso nome della loro modifica più stabile.
Sebbene rimanga in disaccordo almeno parziale con alcuni punti di @Karl's, gli argomenti stessi illustrano che la mia risposta originale era più complessa e tangenziale alla domanda del necessario. Ho modificato la mia risposta di conseguenza.
#2
+3
matt_black
2017-05-26 02:28:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

A volte usiamo la terminologia in modo un po 'approssimativo.

Quando parliamo solo dell'elemento, allora è chiaro usare solo il simbolo da solo. Ma a volte abbiamo bisogno di descrivere come l'elemento appare nel mondo o nelle reazioni chimiche. Quindi non è sufficiente descrivere solo l'elemento, abbiamo bisogno di sapere qualcosa su come si trova in condizioni normali. L'ossigeno si trova solitamente come gas biatomico (motivo per cui scriviamo O 2 ). Poiché questo è di gran lunga il modo più comune in cui troviamo ossigeno libero in natura, spesso lo descriviamo in questo modo a meno che non ci sia un motivo per non farlo.

L'azoto si trova anche principalmente in forma pura come gas biatomico (N 2 ). Il carbonio, tuttavia, di solito si trova come una molecola solida e mai come una semplice molecola (il diamante e la grafite sono entrambi solidi legati covalentemente) è raramente utile per descrivere la sua normale forma molecolare in quanto non ce n'è una. Potremmo parlare di zolfo come S o, se ci interessa l'allotropo, potremmo specificare S 8 , sebbene ce ne siano altri comuni in laboratorio.

Importa poco quale versione tu utilizzare per descrivere l ' elemento . Ma, se parli di reazioni, di solito vale la pena descrivere la forma molecolare dell'elemento di cui stai parlando. L'ossigeno non è sempre O 2 ma può essere formato (nell'atmosfera superiore o in alcune reazioni) come O 3 .

I chimici mescolano e abbinano la loro terminologia un po 'liberamente quando non è molto importante, ma cercano di essere il più specifici possibile quando è così.

#3
+1
bkrumins
2017-06-06 17:42:11 UTC
view on stackexchange narkive permalink

O è un atomo di ossigeno singolare. O 2 è una molecola composta da due molecole di ossigeno. La nostra atmosfera è composta principalmente da O 2 , che i nostri corpi si sono evoluti per respirare. Respiriamo O 2 e la respirazione cellulare lo richiede (C 6 H 12 O 6 + 6O 2 → 6CO 2 + 6H 2 O).

O è ossigeno, mentre O 2 è diossigeno.

Esempi di altre molecole di ossigeno sono: 0 3 che è ozono (trioxygen ), c'è O 4 che è metastabile ed è effettivamente composto da due molecole O 2 (tetraossigeno) e O 8 che è una forma di solido pressurizzato O 2 (quando si congela O 2 al di sotto di circa 55 Kelvin e si pressurizza a circa 10 GPa (1,45e + 6 psi) diventa noto come ε ossigeno o rosso ossigeno a causa del colore che cambia da blu a rosso).

Ciao e benvenuto in Stack Exchange. È piacevole vedere che hai deciso di rispondere a una domanda prima di pubblicarne una. Apprezziamo il tuo contributo alla comunità. Fai un [tour] di questo sito. Vai avanti e controlla l '[aiuto] per scoprire come funziona questo sito. Buona fortuna e continua a contribuire!
La nostra atmosfera è principalmente azoto, non ossigeno.
#4
+1
alphonse
2017-06-06 21:09:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il contesto è importante. C è il simbolo atomico del carbonio e può rappresentare non solo l'elemento, (ma uno o più) atomi dell'elemento, così come l'elemento così come esiste nelle condizioni comprese (implicite). Lo stesso vale per O o N o in realtà per qualsiasi elemento. Tuttavia, elementare O e N si trovano entrambi comunemente come molecole biatomiche O 2 e N 2 . Ribalterò la tua domanda: poiché l'ossigeno e l'azoto sono comunemente rappresentati dai loro composti chimici allo stato fondamentale (a STP), perché il carbonio non è rappresentato dalla grafite C? (e perché lo zolfo non è rappresentato come S 8 ?). Il motivo è abbastanza semplice: è perché il composto effettivo che abbiamo di fronte può essere difficile da determinare (nel caso di C o S), mentre generalmente non ci sono dubbi su O 2 o N 2 è il composto che abbiamo. Quindi, usiamo il simbolo atomico per rappresentare il materiale elementare quando è di composizione indeterminata o variabile. Il carbonio, in particolare, viene spesso trovato o utilizzato come allotropi diversi dalla grafite. Quindi siamo il più precisi possibile, senza rischiare di sbagliare. (Se specifichiamo O 2 allora certo, potrebbero esserci alcune tracce di O 3 o anche O . in giro, ma supponiamo che queste complicazioni sono (anche) compresi.) È molto più difficile farlo con elementi solidi, quindi evitiamo di essere troppo specifici (ricorda, come scienziati, dovremmo essere in grado di giustificare le nostre affermazioni, inclusa la natura i materiali di cui stiamo discutendo) utilizzando il simbolo atomico. Il bromo liquido, per esempio, potrebbe essere rappresentato come Br (l) o Br 2 (l) sebbene la seconda sia la forma elementare dello stato fondamentale (in STP). {Solo per correggere una delle risposte, N 2 e non O 2 , compone oltre il 70% della nostra atmosfera in volume.}

#5
  0
ayesha
2019-03-04 16:25:13 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il simbolo di un elemento rappresenta solo un atomo di quell'elemento. La formula chimica di un elemento metallico è uguale al suo simbolo, tuttavia questo non è vero per i non metalli poiché esistono come molecole covalenti. alla considerazione delle diverse composizioni stabili o forme presenti in natura di quell'elemento. Questo è il motivo per cui l'idrogeno ha il simbolo chimico ( $ \ ce {H} $ ) e la formula chimica come $ \ ce {H2} $ . La terminologia è importante per comprendere la differenza tra il simbolo dell'elemento e la sua composizione stabile. È importante notare che anche se i simboli atomici e la sua formula naturale sono due cose diverse, il nome usato per descrivere le due cose potrebbe essere lo stesso. Ad esempio, il simbolo dell'ossigeno è $ \ ce {O} $ e $ \ ce {O2} $ che è la sua forma naturale è anche indicata come ossigeno e talvolta molecola di ossigeno che è il modo corretto per descriverla.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...